Quindi quale rubinetto scegliere?

Secondo il mio parere un miscelatore deve assolutamente: rispettare l’ambiente e permettere di risparmiare energia.

IL LIMITATORE DI ENERGIA
Importantissimo oltre semplicemente geniale, è una di quelle accortezze che ora che la si vede utilizzata in alcuni prodotti pionieri ci si chiede “perché non ci avevamo pensato prima?” Quando la leva è in posizione centrale il miscelatore eroga solamente acqua fredda, anzichè la consueta acqua miscelata calda e fredda. Questo evita l’accensione della caldaia, riducendo notevolmente il consumo di acqua calda, risparmiando denaro e non immettendo fumi di combustione nell’ambiente.


IL LIMITATORE DI TEMPERATURA
Il limitatore di temperatura è regolabile agendo direttamente sulla cartuccia, ed evita un eccessivo consumo di acqua calda, proteggendo inoltre da un eventuale pericolo di scottatura. E’ sufficiente ruotare la placchetta di controllo nella parte superiore della cartuccia in direzione “più” o “meno” e il miscelatore erogherà una temperatura d’acqua maggiore o minore a seconda delle specifiche richieste.
UTILIZZO DI MATERIALE “PULITO”
Verificare che l’azienda produttrice abbia un impianto di depiombatura all’avanguardia: questo certifica che il materiale è “pulito” al 100%, anche nei primi giorni di utilizzo del miscelatore in cui si avrebbe un leggero rilascio di microparticelle nocive.
RISPARMIO DI ACQUA
Ormai presente su tutti i prodotti l’aeratore arricchisce il flusso dell’acqua di bollicine d’aria permettendo di raggiungere un risparmio netto di liquido fino al 70% rispetto ad un rubinetto privo dell’aeratore.

Esistono miscelatori che permettono di risparmiare acqua in un modo molto intelligente: c’è un freno che subentra al superare del 50% della portata totale del rubinetto. Applicando un lieve sforzo si può aumentare il flusso fino al 100%. Questa soluzione abbinata ad un regolatore di portata che permette di decidere quale sarà la portata massima del miscelatore, indipendentemente dall’aeratore e dalla pressione dell’acqua, permette di risparmiare quasi il 70% di acqua potabile.
CARTUCCIA DI NUOVA GENERAZIONE
Una cartuccia che consente all’acqua di raggiungere la cima del corpo del rubinetto scorrendo esternamente al profilo della cartuccia. Questo permette un design pulito e lineare, come una bocca sottile e a filo del corpo, e una minore usura meccanica, non essendoci deposito di calcare all’interno della cartuccia stessa. Questa nuova tipologia di cartuccia viene realizzata utilizzando esclusivamente componenti
di alto livello qualitativo come la plastica alimentare, frutto di costanti investimenti al fine di garantire maggiore rispetto verso il consumatore finale.

Quindi quale rubitto scegliere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *